Codice sconto: BLACKMONDAY-20% di sconto su TUTTO. Fino alle 23.59 del 24.11. Approfitta Ora

Cereali sì o cereali no?

Non tutti lo sanno, ma il 25 Ottobre ogni anno si festeggia il World Pasta Day, ovvero la Giornata Mondiale della Pasta.

Questa ricorrenza ci ha dato uno spunto per l’articolo di questa settimana, ovvero un argomento che è fonte di dibatti (accesi e non) tra tante persone (esperti e non): i cereali fanno bene ai cani o è meglio una dieta che non preveda questi alimenti?

C’è chi dice che il cane è un carnivoro puro perché discende dal lupo, e c’è chi dice che questi ingredienti sono ottimi per la dieta del pet, addirittura in grandi quantità! Ovviamente anche noi abbiamo studiato parecchio a riguardo dell’argomento per poter formulare ricette ottimali per i nostri amici a quattro zampe; ora vogliamo cogliere l’occasione per condividere con voi i risultati delle nostre ricerche.

Un po’ di storia

Gli studi ci danno un arco temporale per collocare il primo contatto tra cane e uomo; circa 30.000 anni fa infatti gli antenati dei nostri pet si sono avvicinati all’uomo, all’epoca ancora cacciatore, ed hanno instaurato un rapporto di opportunismo. Il cane preistorico e l’uomo hanno trovato infatti un compromesso per la convivenza: il primo assicurava sostegno durante le battute di caccia ed aveva la funzione di sentinella per i villaggi, il secondo assicurava una vita più agiata con libero accesso agli avanzi e una vita all’interno di un “branco più grande”.

Ma perché vi stiamo parlando di questo e cosa c’entrano i cereali, se all’epoca la sopravvivenza dipendeva dalla caccia? Be,10.000 anni fa c’è stato un evento che ha cambiato per sempre la vita degli uomini e di tutti coloro che vivevano in sinergia con lui: l’agricoltura.

Con l’avvento della coltivazione e della raccolta di semi, tuberi e bacche è cambiata radicalmente oltre alla quotidianità dell’uomo anche la sua dieta, e di conseguenza anche di tutti gli esseri che ne condividevano l’alimentazione. Da questo momento il cane ha iniziato a mangiare avanzi di cibo sempre più lavorato e “raffinato” contenente anche cereali e questo ha fatto sì che con il passare dei millenni il suo fisico di modificasse e si adattasse a questa nuova dieta: il suo organismo ha iniziato a produrre enzimi atti alla digestione di amidi e valori più alti di carboidrati.

Con questo possiamo affermare che sì, il cane condivide con il lupo un’alta percentuale del suo patrimonio genetico, ma una delle grandi differenze con il suo progenitore è proprio la predisposizione fisiologica riguardo l’alimentazione: il lupo ha mantenuto il suo status di cacciatore e carnivoro per eccellenza mentre il cane, oltre a condividere la quotidianità con l’uomo, ne ha anche condiviso la dieta “onnivora”, diventando il carnivoro opportunista”.

Premesso questo, possiamo tornare a parlare dei nostri combattuti cereali.

Quali, come e quanti?

Tutti gli ingredienti che appartengono a questa grande famiglia sono adatti ai nostri pet? I vari tipi di cereali non contengono gli stessi nutrienti, e in base a questi ultimi è possibile capire quali sono più adatti per la dieta del nostro Fido. Vediamo quelli che utilizziamo nelle nostre ricette, e perchè li abbiamo scelti!

Riso Integrale

ll riso in generale è il cereale più consumato al mondo e non solo tra noi umani! Nello specifico il riso integrale è un’ottima fonte di fibre dato che, a differenza del riso bianco, mantiene la copertura esterna del chicco, la crusca. Ha un ottimo potere saziante ed è molto più nutriente rispetto al riso raffinato; inoltre è un ingrediente con un grado basso di allergenicità.

È un alimento povero di grassi, pertanto non va ad ostacolare il corretto bilanciamento della dieta dei nostri pet, nonostante questo basso apporto è una fonte molto importante di vitamine: troviamo infatti un’ottima concentrazione di vitamina E, K, J e quelle del gruppo B.

Anche i sali minerali di certo non mancano: il riso integrale contribuisce all’apporto di ferro, potassio, fosforo ed altri nutrienti essenziali per l’organismo. Ha una funzione disintossicante e rinfrescante ed è altamente digeribile.

Orzo

Sicuramente è da preferire nelle suo forme meno raffinate meccanicamente, in modo da non riscontrare una perdita di nutrienti eccessiva: via libera quindi all’orzo decorticato!

In linea generale comunque possiamo dire che l’orzo, oltre ad un discreto apporto di fibre, ha ottime proprietà remineralizzanti grazie all’apporto di potassio, magnesio, calcio e silicio. Inoltre contribuisce ad alzare il livello di vitamina E, A, C e quelle del gruppo B.

Ha ottime proprietà stimolanti a livello intestinale e proprio in questo tratto aiuta a lenire eventuali infiammazioni. Alleggerisce la digestione ed inibisce la sintesi del colesterolo.

Nonostante i loro effetti benefici è importante come per tutti gli altri ingredienti non eccedere nelle quantità: i cereali infatti non dovrebbero sperare il 30-40% del fabbisogno giornaliero! Per quanto riguarda la modalità di preparazione è molto importante che i cereali vengano cotti bene, in modo da spezzare correttamente le catene di amido e rendere questi ingredienti ancora più digeribili per i nostri pet.

E i cibi Grain Free?

Ovviamente il tipo di dieta è una scelta di vita, e ognuno fa la propria: una parte di persone per i propri amici a 4 zampe opta per dei cibi Grain Free, scelta talvolta dettata anche da esigenze e intolleranze del pet. Quella priva di cereali è anch’essa una dieta valida e non porta a nessuno squilibrio di nutrienti, ma deve essere bilanciata e con una formulazione corretta, a base di ingredienti sani, genuini e in quantità proporzionate.

Ma andiamo con ordine. Cosa s’intende per ricetta Grain Free? È una ricetta che contiene lo 0% di cereali, ma attenzione: senza cereali non vuol dire senza carboidrati! I carboidrati infatti sono nutrienti che, chiaramente in quantità differenti, si trovano in tutti gli alimenti.

In una ricetta priva di cereali quindi dovremmo trovare un’alta percentuale di carne abbinata a frutta e verdura; pertanto l’apporto proteico dovrebbe essere teoricamente più alto, data la composizione differente rispetto a un alimento low grain. Specificato questo, possiamo dire che in commercio ci sono tanti alimenti senza cereali, tanto che si ha solo l’imbarazzo della scelta. Cosa può guidare allora in una scelta consapevole? Sicuramente uno sguardo alla lista degli ingredienti non guasta.

Si può notare infatti che parecchie volte in un alimento privo di cereali vengono usati degli “ingredienti sostitutivi”, e questi solitamente sono legumi vari impiegati anche in ingenti quantità, spesso per abbattere il costo del prodotto. Quindi non sempre questo tipo di formulazione è una scelta ottimale e può essere anche dannosa per i nostri amici a quattro zampe.

La presenza massiva di legumi infatti, alza la percentuale di proteine preseti nella ricetta: in pochi però sanno che queste proteine sono di origine vegetale ed hanno un valore biologico basso e sono molto più difficili da assimilare per l’organismo dei cani rispetto alle proteine di origine animale (ad alto valore biologico). Pertanto una presenza ingente di queste proteine complesse da gestire non è un toccasana per i nostri pet. Non dimentichiamoci inoltre che se i cereali vengono demonizzati a causa del quantitativo di amido che contengono, i legumi ne contengono altrettanto; perché quindi questi ultimi sarebbero da preferire ai primi?

Per finire...

Dopo questo quadro generale, scegliete gli alimenti per vostri pet in base alle loro esigenze, sincerandovi di proporre sempre un alimento a base di ingredienti genuini e sani! Se scegliete una ricetta che contiene cereali, assicuratevi che siano anch’essi di alta qualità, poco lavorati e che ne contenga il giusto quantitativo così che non risultino meramente riempitivi.

Se invece scegliete una ricetta grain free fate attenzione alla percentuale effettiva di proteine animali e vegetali. Una ricetta che presenta un bilanciamento sbagliato o nutrienti complessi da processare per i nostri pet è sempre una scelta sbagliata, che sia con o senza cereali.

Voi quali ricette scegliete per i vostri pet? Avete mai provato le nostre ricette low grain? Raccontatecelo nei commenti ↓

10 commenti su “Cereali sì o cereali no?”

  1. Adriana TONDL

    Prima di passare ad area dog nutrivo i miei 3 cani con casalinga a base di manzo, riso e verdure, con i dovuti accorgimenti prescritti dalla nutrizionista e i risultati sono stati strepitosi, soprattutto per una femmina che era obesa 😔, ha perso 10kg in 6 mesi! Poi ho voluto provare di nuovo le crocchette e ho trovato area dog, ottimo prodotto soprattutto la linea mantenimento che va bene per tutti e la mia “ex-cicciona” non ha ripreso i chili persi! Trovo ottimo l’uso di riso ed orzo anche perché i miei erano già abituati e ho scelto di continuare.

    1. Area-Dog Staff

      Gentile Adriana,
      Ci fa estremamente piacere essere al corrente della sua esperienza! 😍
      Abbiamo scelto questi due cereali per le loro qualità: essendo poveri di grassi ed avendo proprietà disintossicanti, sono indicati anche per quei pet che necessitano di un controllo del peso. Non dimentichiamoci inoltre che sono inseriti in percentuali tali per cui si non sovraccaricano a livello nutrizionale/calorico il nostro amico a quattro zampe.
      Buona giornata! 🥰💚

  2. Buongiorno, per i miei due amici uso Area Dog low grain e grain free ed ho avuto modo di constatare che, mentre per uno non ci sono problemi di alcun genere nell’alternare i vari gusti, l’altro cane è più delicato d’intestino e quindi dobbiamo stare attenti ad adoperare i cereali….Probabilmente è dovuto al fatto che prima mangiava crocchette con carboidrati tipo patate e non riso o simili. Comunque adesso, testando vari gusti e snack, proviamo ad alternare anche con lui, magari con l’inserimento di trippa verde….

    1. Gentilissima Patrizia
      il mio dilemma è questo: una delle mie due cagnoline, un incrocio con un cane pastore, soffre di pancreatite cronica per cui spesso e volentieri va in dissenteria.
      per lei cereali sì o cereali no?
      grazie
      Sara

      1. Area-Dog Staff

        Gentile Sara,
        In linea di massima la dieta ottimale per pet che soffrono di pancreatiche dovrebbe essere ricca di fibre, povera di grassi con un apporto di proteine medio (a patto che queste siano ad alto valore biologico). Detto ciò, le consigliamo di contattarci tramite posta o la nostra pagina Facebook: i nostri consulenti sapranno darle tutte le informazioni necessarie. 💪🏻
        Buona giornata! 🥰💚

    2. Area-Dog Staff

      Gentile Patrizia,
      Come accade per noi umani anche i nostri pet non sono tutti uguali: possiamo oggettivamente asserire che determinati cereali apportano determinati benefici, ma nella pratica dobbiamo capire le esigenze di ogni singolo soggetto.
      Inoltre lo storico alimentare è sempre determinante e purtroppo può succedere che un’alimentazione non completamente idonea vada a limitare le scelte alimentari future.
      Siamo comunque molto contenti che abbia trovato la quadra giusta per i suoi pet!
      Buona giornata! 🥰💚

  3. Alessio A.

    Io prima di scoprire area dog usavo crocchette estruse, con cereali, poi sono passato a grain free estrusi e infine area dog grain free e ho notato che il cane si è asciugato, nel senso buono della parola, i muscoli erano più visibili e la pelle più tonica, il grasso in eccesso è sparito e il cane non ha riscontrato alcun problema gastro intestinale. A volte per alternare acquisto area dog low grain ma noto che il cane si gonfia leggermente, probabilmente perché i carboidrati presenti nei cereali trattengono più liquidi a livello corporeo.

    1. Area-Dog Staff

      Gentile Alessio,
      Ci fa molto piacere che lei e il suo pet stiate apprezzando la nostra filosofia.
      La dieta varia ed equilibrata è sicuramente una scelta ottimale, ma non tutti gli alimenti vengono digeriti e assimilati allo stesso modo; in più ogni pet necessita di un fabbisogno nutrizionale soggettivo. Per questo è molto importante tenere sotto controllo la risposta del pet e calibrare bene ingredienti, valori nutrizionali e razione giornaliera, così da poter garantire i nutrienti proporzionati all’effettivo bisogno dal suo pet.
      Buona giornata! 🥰💚

  4. Buongiorno io uso i prodotti Area-Dog ma alterno low grain e Grain Free e trovo che il mio pet non abbia problemi di nessun genere evito solamente i cibi a base di pollo che generalmente sono pieni di antibiotici ma Area-Dog non li ha
    neanche quindi il problema non si pone. Non ho fatto ancora provare tutti i gusti ma una buona parte si è devo dire con sincerità che da quando uso il loro prodotto il mio cane mangia molto più volentieri e sta in ottima forma detto anche dal veterinario io rimango dell’idea che non va bene dare sempre lo stesso cibo a qualsiasi cane ma alternare i vari gusti ove possibile

    1. Area-Dog Staff

      Gentile Massimo
      Siamo molto contenti che la nostra filosofia e i nostri alimenti vengano apprezzati! 😍
      In effetti dare sempre lo stesso alimento non è consigliato: noi umani abbiamo bisogno di variare i tipi e il quantitativo di nutrienti per mantenere un fisico forte e sano, allo stesso modo dobbiamo fare con i nostri pet.
      Buona giornata! 🥰💚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dermatite: conoscere per sconfiggere

Dermatite: conoscere per sconfiggere

Ahimè, la dermatite è un problema piuttosto diffuso e spesso molto difficile da affrontare. Sono numerosissime le…

Leggi Tutto →
Cereali sì o cereali no?

Cereali sì o cereali no?

Non tutti lo sanno, ma il 25 Ottobre ogni anno si festeggia il World Pasta Day, ovvero la Giornata Mondiale della Pasta…

Leggi Tutto →
Invecchiamento: una guida sull’alimentazione nella terza età

Invecchiamento: una guida sull’alimentazione nella terza età

Siamo abituati a pensare ai nostri pet come eterni cuccioli vivaci e spumeggianti, anche quando arrivano “a una certa età”…

Leggi Tutto →

Stagione estiva: come affrontarla al meglio

Siamo oramai ad estate inoltrata, giugno è già passato e agosto sta arrivando più estivo che mai…

Leggi Tutto →