📦 SPEDIZIONI IN 24/48 ORE. CONSEGNA GRATUITA PER ORDINI SOPRA 50€. ACQUISTA ORA →

Lacrime di ruggine: quello che serve per combatterle

L’epifora

Molto spesso ci capita di vedere dei pet con una forte lacrimazione, a volte tanto scura e continua da lasciare degli spiacevoli aloni attorno agli occhi dei pet dal pelo più chiaro. È un fenomeno talmente comune, soprattutto in alcune razze, che spesso si pensa sia un fatto del tutto normale. Niente di più sbagliato!

Che cosa è?

Le lacrime di ruggine sono conosciute anche come epifora e devono il loro colore marrancio-rossiccio ad un materiale di scarto naturale a base di ferro che si sedimenta nella soluzione salina che crea la lacrima: la porfirina. Ovviamente, il primo segnale per riconoscere l’epifora sono gli aloni rossastri, ma non solo: possiamo notare anche irritazioni cutanee e cattivi odori dovuti alla proliferazione di batteri.

Questo fenomeno si nota particolarmente nelle razze come Barboncini, Maltesi, Spitz, Bouledogue Francesi e Bolognesi, tanto che erroneamente si pensa che sia una prerogativa della razza. Non è così: la lacrimazione, infatti è altamente diffusa in tutto il mondo canino!

Le cause

È importante dire che la lacrimazione non è una malattia, ma un sintomo. Cosa significa?  Nell’immaginario collettivo, rossori cutanei, dermatite e sensibilità al tratto gastrointestinale sono tutti campanelli d’allarme per un’intolleranza alimentare a un determinato ingrediente. Non tutti sanno, però, che a questi si aggiunge anche l’epifora! Le lacrime di ruggine, infatti, sono nella stragrande maggioranza dei casi una manifestazione di un’intolleranza alimentare o, in generale, di una cattiva alimentazione.

È quindi un meccanismo di riposta volta allo sfogo di una o più sostanze ritenute tossiche dall’organismo. Va detto però che, oltre alle cause alimentari, la lacrimazione eccessiva può essere causata da fattori di altra natura come:

  • Prolasso delle ghiandole lacrimali
  • Infiammazione degli occhi
  • Condizioni ereditarie

Come combatterla?

Il primo passo necessario da fare è chiedere il consiglio del vostro medico veterinario di fiducia per avere un quadro generale corretto. Il parere di un professionista è essenziale per definire le cause, la rilevanza e i modi migliori per affrontare l’epifora.

Oltre che a seguire l’eventuale terapia prescritta dal veterinario potete adottare alcuni accorgimenti da applicare alla vita di tutti i giorni, come evitare di fare lunghe passeggiate con il vostro pet in giornate con molto vento oppure portarli in luoghi particolarmente polverosi.

E per quanto riguarda l’alimentazione? È estremamente importante garantire ai nostri amici a quattro zampe un apporto corretto di vitamine e acidi grassi polinsaturi: questi, infatti, riducono lo stress ossidativo, placano le infiammazioni e le infezioni, oltre a sostenere il sistema immunitario!

Vi lasciamo di seguito alcuni consigli per creare una dieta ottimale che sostenga l’organismo del pet contro la lacrimazione eccessiva.

Dieta ottimale contro la lacrimazione eccessiva​

Dieta ottimale contro la lacrimazione eccessiva

Pesce bianco

La fonte animale da prediligere è sicuramente quella del pesce bianco: via libera al Merluzzo! 

È un pesce oceanico che dona al nostro pet un ottimo apporto di proteine ad alto valore biologico rimanendo magra ed ipocalorica. Quello che è importante segnalare è che oltre ad avere notevoli quantità di vitamine, in particolare quelle del gruppo B, e di sali minerali, soprattutto fosforo, calcio e potassio, è una fonte inesauribile di acidi grassi Omega-3 e Omega-6! 

Meglio ancora se questo tipo di proteina viene abbinata a frutta e verdura, per aumentare ulteriormente i valori di vitamine e antiossidanti, molto importanti per sostenere l’organismo del nostro amico a quattro zampe nella lotta contro l’epifora.

Il vostro pet è un grande rosicchiatore e apprezza particolarmente consistenze più “secche”? Provate a proporgli lo Stoccafisso Essiccato. È uno snack completamente naturale ricco di acidi grassi che diventerà lo spuntino perfetto per il vostro pet. In più è ottimo per un regime alimentare iposodico. 

Complementi alimentari

Per garantire il corretto apporto di acidi grassi omega è altamente consigliato unire alla ricetta dei complementi alimentari come le Capsule di Omega-3. Sono create appositamente per rispondere all’organismo del pet, grazie ai corretti valori di EPA e DHA. La loro conformazione impedisce l’ossidazione dei principi e assicurano il loro pieno ingresso nell’organismo. È molto importante la somministrazione costante e seguire la corretta posologia per avere dei risultati ottimali.

Trippa verde

Omega e vitamine, abbiamo detto, sono essenziali per la corretta gestione della lacrimazione.  Ma non basta proporli al nostro pet: è necessario che il suo organismo li assimili correttamente al 100%. Per far sì che questo accada è essenziale sostenere il più possibile l’apparato gastrointestinale durante la digestione.

È importante che vengano inserite delle razioni di Trippa Verde Essiccata, ottima fonte di probiotici e di enzimi digestivi. I primi sono importanti microrganismi che riequilibrano la flora batterica intestinale e ottimizzano l’assorbimento; gli enzimi, invece, sostengono la corretta di digestione. Non dimentichiamoci che anche questo snack contiene Omega-3 e Omega-6. 

La pulizia

La pulizia

Mentre proponete una dieta ricca di vitamine, antiossidanti e acidi grassi Omega, ponete particolare attenzione alla cura degli occhi: sono una parte molto delicata e sensibile agli agenti esterni, come d’altronde anche le orecchie e i denti.

Puliteli spesso, ma sempre con prodotti 100% naturali e delicati. Particolarmente utile potrebbe essere un detergente a base di oli essenziali. Nello specifico sono indicati oli con proprietà lenitive e antinfiammatorie come l’olio di Geranio, utilissimo in caso di irritazioni. Risciacquate poi abbondantemente con acqua tiepida.

Per garantire invece un’azione antimicrobica e battericida, possiamo “disinfettare” la parte interessata con qualche goccia di Olio di Neem. L’importante è non utilizzare ovatta o cotone, dal momento che si rischia di lasciare piccole particelle di fibre che possono causare irritazioni a contatto con l’occhio. Molto importante è non limitarsi alla pulizia dell’anglo interno, ma anche dell’area circostante tamponando delicatamente senza strofinare.

Avete mai avuto esperienza con le lacrime di ruggine? Avete adottato anche voi questi accorgimenti?
Raccontatecelo nei commenti ↓

2 commenti su “Lacrime di ruggine: quello che serve per combatterle”

    1. Area-Dog Staff

      Salve Santina! La coprofagia ha varie cause, pertanto prima di tutto è necessario consultare il proprio medico veterinario per poter scongiurare patologie importanti. Questo perchè sì la causa più comune e meno “preoccupante” è l’utilizzo di alimenti con molti esaltatori di sapidità all’interno (non utilizzando la nostra alimentazione può essere probabile), o semplicemente stress/noia/piacere per il gusto o nei casi più complessi carenza di particolari nutrimenti, o patologie come diabete o altro ancora. Come vede le cause possono essere diverse, ma questo non è il luogo adatto per ricevere consigli idonei al caso del SUO pet. L’unico che deve darle le prime indicazioni è il suo medico veterinario 🤗
      Ci faccia sapere il resconto e se possiamo esserle utili nell’affrontarlo, siamo a disposizione! 🥰🐾💚

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Estate e Inverno. Meglio carne o pesce?

Estate e Inverno. Meglio carne o pesce?

Ormai manca poco alla stagione primaverile e iniziamo a sognare le belle giornate con temperature più alte. Con…

Leggi Tutto →
Variare la dieta: il modo che non ti aspettavi

Variare la dieta: il modo che non ti aspettavi

Nello scorso articolo (se ve lo siete persi potete leggerlo qui) vi abbiamo parlato di quanto sia corretto proporre…

Leggi Tutto →
Dieta varia. È la scelta giusta?

Dieta varia. È la scelta giusta?

Per quanto riguarda noi umani, una dieta varia ed equilibrata è alla base del benessere fisico e mentale. Possiamo…

Leggi Tutto →
Omega3. Come, perchè e dove trovarli?

Omega-3. Come, perchè e dove trovarli?

Sono davvero così importanti? Chi, informandosi sul tipo di dieta corretto per il proprio pet, non ha mai sentito parlare…

Leggi Tutto →