Cambio stagionale: come evitare i malanni?

Il cambio stagionale

Quante volte il cambio stagionale è visto come un problema, sia per i pet che per noi umani? Spesso infatti è sinonimo di malanni o difficoltà. Attenzione però: il cambio stagionale non è un momento da affrontare passivamente, dando per scontato che “prima o poi tutto passa” o che “sia normale riscontare sensibilità”. È essenziale, anzi, prendere piena coscienza di ciò che accade e delle ripercussioni che questi cambiamenti possono avere sui nostri pet, così da prevenirli. Chi non preferirebbe vivere in serenità le belle giornate? In questo articolo vogliamo analizzare insieme a voi questo particolare periodo dell’anno, dandovi alcuni consigli. 

Cosa succede quando arriva la bella stagione?

La Primavera e l’Estate sono in generale le stagioni più attese dell’anno: le ore di luce si allungano lasciando spazio ad attività all’aria aperta, a temperature più alte e alle fioriture. Purtroppo, oltre alla sensazione di benessere che ci portano questi cambiamenti, ci sono altri fattori da tenere bene in considerazione. Vediamoli!

Allergie ambientali

Come dicevamo, le temperature aumentano e la flora in crescita e fioritura, oltre a colori e odori apprezzabili, porta con sé pollini e altri allergeni. Questi elementi, solitamente innocui, possono essere percepiti dall’organismo come nocivi dal sistema immunitario. In questo caso si attiva una reazione avversa che causa sintomi quali prurito, rossori, infezioni batteriche e da lieviti. Le zone maggiormente colpite sono ascelle, occhi, pancia e interno coscia.  Questa condizione, chiamata dermatite atopica, è spesso circoscritta ai mesi caldi, andandosi a lenire nella restante parte dell’anno. 

Parassiti

Pulci, zecche, zanzare e pappataci sono gli antagonisti delle stagioni calde. Questi parassiti sono ematofagi, quindi si nutrono del sangue dell’”ospite”, in questo caso il pet. Con la loro puntura o morso creano un’infiammazione della cute, accompagnata da prurito anche ad alta intensità. Ma quali sono le altre conseguenze del loro morso? 

In generale si nota una reazione infiammatoria che può arrivare ad essere grave, e, nei casi più gravi, si nota anemia e uno stato di debilitazione dell’organismo. Il fatto che si nutrano del sangue del pet, e che passino da un “ospite” all’altro, aumenta il rischio di contrarre malattie infettive. Per quanto riguarda le pulci, è possibile che si scateni una vera e propria Dermatite Allergica da Pulci, scatenata dalla reazione del sistema immunitario del pet al contatto con la saliva di questi parassiti. 

Il morso della zecca, nei casi più gravi, scatena la Paralisi da zecca a causa delle neurotossine presenti nella loro saliva. Per quanto riguarda invece pappataci e zanzare, le conseguenze alla loro esposizione sono tristemente note: si nota rispettivamente leishmaniosi e filaria. 

La cura della pelle: perché è improntate

La pelle fa parte dell’apparato più esteso e tra i più improntati del nostro pet. Possiamo considerarla come l’involucro dell’organismo che lo separa dall’estero. Già da questo possiamo capire il ruolo fondamentale che il tessuto cutaneo ha nella protezione quotidiana del pet. Grazie a questo si evita la dispersione verso l’esterno degli elementi fondamentali per l’organismo, come anche la penetrazione delle sostanze nocive al suo interno.  

La difesa non è però la sua unica funzione! È anche grazie alla cute, infatti, che il pet riesce ad autoregolare la temperatura corporea, riuscendo a sopportare al meglio sbalzi termici e temperature estreme (nei limiti del possibile, ovviamente), evitando scompensi nell’organismo.

È essenziale quindi, durante i periodi che prevedono sbalzi termici a volte considerevoli, garantire alla cute una cura particolare. È fondamentale mantenere la sua texture, così che il pet abbia un vero e proprio scudo contro l’esterno che mantenga intatto l’organismo e favorisca le sue funzioni ottimali in qualsiasi momento dell’anno. 

Inoltre, per una migliore difesa contro gli agenti esterni e mantenere costante la temperatura corporea, è essenziale prendersi cura anche del manto. Questo permette un’efficace protezione contro il raggi solari e da altri fattori ambientali. Insomma, avere manto e cute sani permette al pet di reagire al meglio ai cambi stagionali.

Come possiamo agire? I consigli di Area-Dog

Partiamo dal principio. Una cute in salute è idratata, pulita da batteri nocivi e priva di infiammazioni ed escoriazioni. Ma, dato il ruolo fondamentale della pelle, come possiamo prendercene cura, favorendo così anche la salute del pet? 

1. La cura della cute parte dall’igiene del pet

Quale miglior modo per prendersi cure della pelle, se non partendo dall’igiene? Per questo è essenziale utilizzare prodotti ad hoc, 100% naturali e che rispettino il pH della pelle dei nostri pet. È importante utilizzare shampoo adatti, creati con tensioattivi delicati ma allo stesso tempo funzionali all’eliminazione dello sporco e degli elementi a volte nocivi, come potrebbero essere i pollini. Lo Shampoo Neutro con Olio di Neem sarà un ottimo alleato per le pelli più sensibili: il suo delicato potere sgrassante permette una corretta pulizia. Ma non solo: la presenza in composizione dell’Olio di Neem gli conferisce una potente azione battericida e disinfettante, essenziale per prevenire il propagarsi di arrossamenti e escoriazioni. 

Per i pet che necessitano un’azione ancora più intensa ed emoliente, lo Shampoo con Oli Essenziali sarà un ottima alternativa nella prevenzione e nel sostegno della cute. L’Olio di Geranio, in aggiunta a quello di Neem, favorisce la cicatrizzazione delle piccole lesioni cutanee. A concludere, per un nutrimento extra sia della cute che del manto, il Balsamo con Olio di Neem, che ripristinerà le caratteristiche naturale del pelo, fortificandolo.

La cura della cute parte dall’igiene del pet

2. Unguenti e lozioni

La dermatite atopica, come anche le punture d’insetto, possono richiedere un’azione localizzata e mirata. Per questo motivo è importante avere a portata di mano l’Olio di Neem: poche gocce diluite riescono a portare un enorme beneficio, lenendo, disinfettando e favorendo la cicatrizzazione. 

Ma come prevenire l’attacco di insetti e parassiti? La maggior parte degli antiparassitari in commercio prevedono l’utilizzo di sostanze chimiche. Ci sono però alternative del tutto naturali come il Fluido Protettivo con Oli Esssenziali a marchio Area-Dog. L’Olio di Salvia, di Lavanda e di Neem hanno un’azione antinfiammatoria e antimicrobica che rendono la lozione un ottimo insetto repellente. Sarà sufficiente spruzzarlo sul manto del pet prima delle uscite per giovare dei suoi benefici! 

3. Un aiuto dall’interno

L’elemento essenziale da inserire ciclicamente nella dieta sono le Perle di Omega-3. Grazie all’apporto di questi acidi grassi polinsaturi, si aiutano manto e pelle sotto vari aspetti. Prima di tutto andiamo ad idratare pelo e cute, favorendone l’elasticità ed evitando la desquamazione che spesso si nota nei cambi stagionali. 

Ugualmente importante è l’azione lenitiva che questi oligoelementi hanno sull’intero organismo. Eventuali rossori e possono essere combattuti sia dalla loro azione mirata, sia dal loro impatto sul sistema immunitario. Rinforzandone la risposta, infatti, si favorisce il sostegno dell’intero organismo, prevenendo e sanando le infiammazioni in atto, anche cutanee. Attenzione: nel caso di rash cutanei particolari rivolgetevi al vostro Medico Veterinario di fiducia! 

4. Un ultimo consiglio…

Sono frequenti, soprattuto nella stagione calda, problemi gastrointestinali. La maggior parte delle volte derivano dalle uscite all’aria aperta, soprattutto in luoghi dove possiamo trovare acqua. Nei periodi caldi è facile riscontrare un’alta proliferazione di batteri e uova di insetti che, se ingeriti dai pet, facilmente provocano problemi intestinali. Inoltre, quando il pet non è abituato alte temperature, l’esposizione a queste possono comportare cambiamenti, a volte significativi, anche sulla sua digestione. In particolare, lo stress a cui è sottoposto il sistema immunitario si ripercuote sull’intestino.

Un occhio di riguardo quindi è necessario, come anche un sostegno all’apparato gastrointestinale per prevenire i malanni tipici del cambio stagionale. Anche in questo caso Area-Dog ha la risposta: Proentero è il prodotto che fa per voi!  Come stanno vivendo i vostri pet il cambio stagionale? Quali accorgimenti adottate per affrontarlo al meglio? Fatecelo sapere nei commenti! 

Lascia un commento

Articoli correlati

Estate = Gelato. Ma per i nostri amici a quattro zampe va bene?

Estate = Gelato. Ma per i nostri amici a quattro zampe va bene?

Il gelato per umani è nocivo per i cani! Ma noi abbiamo la soluzione alternativa. I nostri amici a quattro zampe sono parte…

Leggi Tutto →
Tea Tree Oil: usi e benefici.

Tea Tree Oil: usi e benefici

Qualche piccolo consiglio sull’utilizzo di un olio essenziale adatto alle diverse esigenze dei nostri pet. Il Tea Tree Oil è un…

Leggi Tutto →
Arriva il caldo. Quali sono i segreti per un'estate pet-frendly?

Arriva il caldo. Quali sono i segreti per un’estate pet-frendly?

È forse la stagione più attesa, soprattutto per chi ha la possibilità di muoversi verso le mete più ambite e di vivere qualche…

Leggi Tutto →
Allarme otite: come prendersi cura delle orecchie?

Allarme otite: come prendersi cura delle orecchie?

Le orecchie dei nostri pet sono fondamentali sotto diversi aspetti. Sono parte di un importantissimo organo sensoriale…

Leggi Tutto →
Carrello