Codice sconto: BLACKMONDAY-20% di sconto su TUTTO. Fino alle 23.59 del 24.11. Approfitta Ora

Il tuo pet quanto tempo dedica alla sua BAUty routine? 

La pulizia del nostro pet è un aspetto molto importante

La pulizia del nostro pet è un aspetto molto importante non solo per una questione puramente estetica, ma soprattutto per il suo benessere e, diciamocela tutta, per una serena e piacevole convivenza con il suo umano. Con il quale si trova a condividere gli ambienti domestici, per non parlare di poltrone, letti e divani. 

Alcuni pet sono particolarmente accondiscendenti, si fidano ciecamente del loro padrone e si lasciano manipolare senza batter ciglio, altri invece non ne vogliono proprio sapere di essere tenuti fermi, insaponati o strofinati. 

Non farti scoraggiare: le prime volte potrebbe essere difficoltoso (anche le seconde e le terze), ma prima o poi la tua tenacia sarà premiata e il tuo pet getterà la spugna prima che, letteralmente parlando, possa farlo tu e dovrà arrendersi alla dura realtà, che poi tanto dura non è… Potrà essere un vostro momento rilassante di condivisione!

Va specificato, inoltre, che quando si parla di igiene del pet non ci si riferisce solo al più generico “bagnetto”, ma anche a tutta una serie di operazioni di pulizia rivolte a quegli oggetti e superfici che entrano costantemente in contatto con lui. Insomma, un servizio completo a 360°.

Bagnetto, che passione! 

Se per lavare il vostro pet preferisci l’intimità delle mura domestiche a un centro di toelettatura professionale, non temere! Con qualche piccolo accorgimento sarà molto più semplice e divertente di quanto tu possa pensare.

Quello del bagnetto è un momento importante non solo dal punto di vista igienico, ma soprattutto da quello comportamentale. Cerca di aiutare il tuo pet a prendere confidenza con l’acqua fin da cucciolo e usa tutta la tua creatività per associare questa attività a qualcosa di positivo, giocoso e piacevole. Non utilizzare metodi coercitivi o troppo duri: potrebbero spaventarlo e inibirlo! 

Come prima cosa scegli un posto idoneo e tranquillo in cui possa sentirsi a suo agio. Se preferisci lavarlo nella vasca da bagno, cerca di abituarlo in modo graduale, posizionando sul fondo un tappetino antiscivolo che gli dia stabilità e lo faccia sentire al sicuro. Controlla sempre la temperatura dell’acqua che dovrà essere tiepida e mai troppo fredda né troppo calda, e… via con la schiuma! 

Area-Dog. Perchè io valgo!

Stai per caso pensando di lavare il folto pelo del tuo pet con il tuo shampoo volumizzante alla camomilla? Niente di più sbagliato! La cute dei nostri pet ha un PH più delicato del nostro e, un detergente non adatto a lui potrebbe procurare irritazioni, rossori e pruriti. Salti, giravolte, agitazione, corse, e grattate ovunque sarebbero la conseguenza, senza dimenticare l’ansia per il prossimo bagnetto.

Utilizza esclusivamente prodotti specifici, professionali, naturali e di qualità che, oltre a lavare via lo sporco, aiutino a equilibrare la produzione di sebo, non vadano ad intaccare la struttura lipidica di cute e pelo e rispettino il loro PH. Il quale è molto più alcalino rispetto al nostro: solo così avrai la sicurezza di non danneggiare il suo manto e rimuovere con efficacia germi e batteri, conquistando il suo amore!

Area-Dog. Perchè io valgo!

Olio di Neem e Olii essenziali: toccasana dalle mille proprietà.

Un prezioso alleato da miscelare con lo shampoo, è l’Olio di Neem, olio vegetale particolarmente apprezzato per le sue proprietà antiparassitarie, antinfiammatorie e antifungine.  É fonte di principi attivi in grado di contrastare virus, batteri, funghi e svolge un’azione idratante, protettiva e rimpolpante a livello cutaneo!

Molto utili sono anche gli olii essenziali come quello di Salvia, Lavanda o Geranio: aiutano a disinfettare piccole escoriazioni, allontanare parassiti, aumentare le difese immunitarie e alleviare congestioni o malanni stagionali.  Non è da sottovalutare poi anche il loro contributo a livello emozionale: sono un ottimo calmante naturale che può aiutare ad alleviare lo stress.

Olio di Neem e Olii essenziali: toccasana dalle mille proprietà!

Con che frequenza posso fare il bagno al mio pet?

Questa è una delle classiche domande che tutti noi proprietari di cani e gatti ci siamo posti almeno una volta nella vita.  A riguardo ci sono diverse correnti di pensiero: c’è chi laverebbe il suo cane ogni giorno e chi invece è un convinto sostenitore del bagnetto a cadenza annuale.  Come spesso accade, la risposta esatta sta nel mezzo (o per meglio dire nel buonsenso) ed è soggettiva a seconda del cane. 

Bisogna tenere in considerazione diversi fattori tra cui, in particolar modo, la tipologia di pelo e lo stile di vita del cane.  Certamente un cane che abita in appartamento necessita di una routine differente rispetto a un cane che ama rotolarsi nel fango e sguazzare in ogni pozzanghera che incontra!  In linea generale, se si utilizzano prodotti specifici, possono essere concessi lavaggi più assidui

Dopo aver risciacquato il tuo pet in modo accurato, procedi con l’asciugatura: un caldo asciugamano e il phon è tutto ciò che ti serve per una perfetta “messa in pelo”. Fai bene attenzione che il tuo pet risulti perfettamente asciutto, l’umidità può favorire la proliferazione di germi e l’insorgere di raffreddamenti o malanni! Una volta terminato, gratificalo con un goloso premietto… Sarà subito pronto per il secondo round! Che ne dici di uno di questi snack?

Spazzolare, stanca!

Spazzolare il cane fa parte del “prendersi cura” di lui e avrà ripercussioni positive non solo sul vostro rapporto, ma anche sulla sua salute. Il mantello del cane è infatti un importante indicatore del suo benessere: forfora, pelo ruvido, opaco e che tende a spezzarsi possono essere sintomo di malessere e tenerlo sotto controllo è utile anche per individuare la presenza di eventuali parassiti come pulci e zecche o piccole lesioni cutanee

Per molti cani farsi spazzolare è un piacevole momento di relax, alcuni probabilmente approfittano furbescamente dei denti della spazzola per una grattatina gratuita. Altri, al contrario, alla vista di questo strumento di tortura, scappano a zampe levate!  Pettini, spazzole, cardatori e guanti: sul mercato c’è ormai un così vasto assortimento che a volte non sappiamo bene come destreggiarci. Anche qui la scelta è soggettiva e dipende dal tipo di pelo del vostro amico a 4 zampe! 

Per quanto riguarda i cani a pelo lungo o di media lunghezza è sicuramente opportuna una maggiore dedizione. Spazzolate giornaliere volte a rimuovere peli e cellule morte e scongiurare la formazione di nodi.  Un piccolo trucco per facilitare questa operazione è inumidire il pelo e districare i nodi con una noce di balsamo specifico per cani. Il successo è assicurato!  

Avere un cane dal manto corto o raso non significa che sia immune alla perdita di pelo, anzi! Hanno bisogno di cure e accessori dedicati. In questo caso ci si può orientare sul guanto antistatico con il suo comodo strato di gomma che attira il pelo morto. Può rappresentare un furbo stratagemma per quei pet particolarmente riluttanti all’idea di essere spazzolati: avranno l’illusione di essere accarezzati!

E se tutto questo non dovesse essere sufficiente le nostre capsule di Omega3 sono un piccolo jolly per un pelo lucido, morbido e setoso. Oltre che una cute sana e completamente rigenerata! Shhh non ditelo a nessuno… è un segreto! 

E per finire… Casa dolce casa

Sembra banale dirlo, ma al rientro dalla passeggiata, ricordati sempre di pulire accuratamente le zampe del tuo pet con apposite salviettine umidificate. Scommetto che trovarti una bella impronta di fango sul tappeto o sul divano nuovo color panna non rientra tra i tuoi desideri!  Quando c’è un cane in casa, non è importante solamente la sua cura personale, ma anche quella dell’ambiente che condivide con la sua famiglia: la casa.

Molti prodotti in commercio contengono ingredienti, come candeggina e ammoniaca, che possono  essere tossici e nocivi per la loro salute e causare dermatiti e altri problemi cutanei o respiratori.  Per questo motivo per igienizzare pavimenti o superfici con cui il nostro pet può entrare in contatto suggeriamo sempre detergenti pet friendly o deodoranti delicati e naturali che non abbiano profumazioni troppo aggressive e forti: vi ricordiamo che i nostri pet hanno un senso dell’olfatto molto più sviluppato del nostro!

Cerca di utilizzare prodotti idonei anche per oggetti che il tuo pet utilizza quotidianamente come ciotole, cucce, guinzagli. Una pulizia fatta in modo superficiale potrebbe compromettere la salute di Fido e aumentare il rischio di infezioni gastrointestinali a causa della possibile presenza e proliferazione di parassiti!

E tu come vivi questo aspetto con il tuo pet? Raccontatecelo nei commenti ↓

4 commenti su “Il tuo pet quanto tempo dedica alla sua BAUty routine? ”

  1. Katia Torri

    Io lavo I miei 2 malumute almeno 3 volte anno specialmente vicino alla muta lo faccio fare da toilettatori professionisti, perché lavare due cani da 40kg in doccia e difficile e ho già rotto 2 phon gli spazzzoloil pelo 4 volte a settimana e a loro piace molto il vostro cibo mi ha risolto problemi di diarrea. Curateli con amore e loro ricambieranno🐾🐾💕💕

    1. Area-Dog Staff

      Salve Katia! Grazie per aver condiviso la sua esperienza con noi 🐾💚 ci troviamo pienamente d’accordo su tutto! La cura del nostro pet parte prima di tutto dall’interno, un’alimentazione naturale e varia gioca un ruolo fondamentale anche sulla cute e sul pelo, che saranno più forti, lucidi e resistenti 💪🏼
      Per la pulizia più specifica del pet è bene scegliere dei prodotti dedicati e per la pulizia degli ambienti e degli oggetti che vanno a contatto con loro è bene scegliere dei prodotti pet friendly sono la scelta giusta! 🥰

  2. Io ho sempre abituato fin da cuccioli i miei cani alla routine della toeletta. Sicuramente pubblicherò un video del nostro schnauzer nano che fa il bagno e poi si rilassa con l’asciugatura. Anche in negozio i miei amici si comportano bene, anche con gli altri cani. Come esperienza personale penso che il trucco, come dite Voi, stia nell’abituarli subito ad essere spazzolati e manipolati. Molto importante l’approccio con l’acqua e il rumore del phon. Unico “neo “ in ciò che avete scritto è che x rendere il pelo veramente in perfette condizioni non è sempre necessario usare acqua e balsamo. Per i cani a pelo ruvido è consigliato adoperare prima spazzola, slanatore o coltellini di varie dimensioni e poi procedere con il lavaggio 😘 e l’asciugatura, anche in estate!

    1. Area-Dog Staff

      Salve Pat! Grazie per aver condiviso la sua esperienza con noi 🐾💚
      Quando un pet entra a far parte delle nostre vite è necessario considerare il distacco dall’ambiente familiare, e pertanto sarà necessario insegnarli ad amare molte cose e a fidarsi di noi, perché ogni nostro momento sarà una condivisione di emozioni e un’amicizia lunga una vita! 🥰
      Per quanto riguarda la piega perfetta, il nostro era un consiglio generico, e che nella maggiorate dei casi risulta vincente! Certo è che ogni pet ha un pelo unico con caratteristiche particolari, che necessitano di determinate accortezze, lei si vede che conosce molto bene il suo pet 😍

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Dermatite: conoscere per sconfiggere

Dermatite: conoscere per sconfiggere

Ahimè, la dermatite è un problema piuttosto diffuso e spesso molto difficile da affrontare. Sono numerosissime le…

Leggi Tutto →
Cereali sì o cereali no?

Cereali sì o cereali no?

Non tutti lo sanno, ma il 25 Ottobre ogni anno si festeggia il World Pasta Day, ovvero la Giornata Mondiale della Pasta…

Leggi Tutto →
Invecchiamento: una guida sull’alimentazione nella terza età

Invecchiamento: una guida sull’alimentazione nella terza età

Siamo abituati a pensare ai nostri pet come eterni cuccioli vivaci e spumeggianti, anche quando arrivano “a una certa età”…

Leggi Tutto →

Stagione estiva: come affrontarla al meglio

Siamo oramai ad estate inoltrata, giugno è già passato e agosto sta arrivando più estivo che mai…

Leggi Tutto →